Il ceduo - Istruzioni per l'uso

Download completato: 5

Il ceduo è una forma di governo del bosco che sfrutta la capacità delle latifoglie di emettere nuovi fusti (polloni) a partire da gemme presenti alla base della ceppaia o sul fusto di un albero tagliato, capitozzato o sgamollato. Le conifere autoctone non hanno capacità pollonifera.
Alcune specie hanno la facoltà di emettere polloni anche a livello delle radici, in modo spontaneo o a seguito di tagli, danneggiamenti, invadendo terre abbandonate o rimanendo nel sottobosco.

I motivi del successo del ceduo sono sicuramente la rapidità e la sicurezza della rigenerazione, che permettono di tagliare il bosco con una maggiore frequenza rispetto alla fustaia; questi aspetti sono fondamentali in boschi situati su suoli poco fertili e dove è problematica la rinnovazione naturale da seme. Inoltre il ceduo è adatto per piccole proprietà e si presta alla suddivisione in lotti per assegni di uso civico in quanto con la ceduazione si può raccogliere frequentemente la maggior parte del legno presente, e non sono necessarie particolari attrezzature per abbattere e trasportare alberi di ridotte dimensioni.
Questa forma di governo ha, tra gli svantaggi, l'impoverimento del bosco in quanto il taglio di quasi tutti gli alberi a turni ravvicinati porta a selezionare le specie di maggiore interesse economico ed a più rapida crescita.

La presente guida vuole approfondire le modalità di gestione dei cedui, dopo averne presentato le principali caratteristiche.

Email (*):

 

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica la documentazione.

Utenti connessi

Abbiamo 5 visitatori e nessun utente online

STUDIO PAT - Studio di Progettazione per l'Ambiente e il Territorio
via Lanzarini, 55 - 36060 Romano d'Ezzelino (VI) - Italy | tel. +39 0424 572516| Fax. +39 0424 572516|
email: info@studiopat.it | email certificata: d.sonda@epap.conafpec.it | P.IVA: 02762560247