Consumo suolo 2015

Il 6 maggio 2015 è stato pubblicato il comunicato stampa dell'ISPRA sul CONSUMO DI SUOLO, con annessi dati suddivisi per regioni, provincie e comuni. L'analisi è stata effettuata dall'Istituto grazie alla cartografia ad altissima risoluzione.

Tra i dati spicca che:

  • quasi 20% della fascia costiera italiana (500 km²) è persa irrimediabilmente;
  • 34.000 ettari all'interno di aree protette sono spariti;

 L'Italia del 2014 perde ancora terreno, circa il 7% di suolo direttamente impermeabilizzato, ovvero il 158% in + rispetto agli anni '50, oltre il 50% il terreno che, anche se non direttamente coinvolto, ne subisce gli impatti conseguenti.

Guardando i dati regionali, la bandiera nera va alla Lombardia (10.4% di suolo consumato) e al Veneto (9,5% di suolo consumato). A livello di provincie venete, invece, la bandiera nera va al Padova con il 15.2% di suolo consumato seguita da Treviso con il 12.9%. Migliore di tutti è Belluno con solo il 2% perso.

Scendendo ancora di livello il Comune veneto bandiera nera risulta essere Padova con il 40.2% di suolo consumato, seguito da Spinea con il 38.7%. Soffermandosi alla provincia di Vicenza, il Comune bandiera nera è Thiene con ben il 32% di suolo consumato seguito da Cassola con il 30%.

In generale sono 10 le Amministrazioni Comunali venete che hanno consumato > o = al 30% del loro territorio; ben 59 che ne hanno consumato tra il 20 - 30%; sono 227 quelli che ne hanno consumato tra il 10 - 20%, e solamente 285 che ne hanno consumato meno del 10%.

 

L'aggiornamento prima di tutto

Il 21 e 22 gennaio 2016, grazie alla Federazione Regionale Ordini dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali del Veneto, abbiamo approfondito le nostre conoscenze sulla Valutazione d'INCidenza Ambientale (VINCA).

La mattina del 21 gennaio abbiamo partecipato al seminario "LO STUDIO E LA VALUTAZIONE DI INCIDENZA AMBIENTALE IN VENETO: gli attori e le metodologie", dove la Regione del Veneto nelle persone dell'Avv. Paola Furlanis e Dott. Gianluca Salogni (per l'Ufficio Coordinamento Commissioni (VAS VINCA NUVV)) e Dott. Giovanni Carraro (per la Sezione Parchi e Biodiversità - Programma Silvopastorale e Tutela dei Consumatori) hanno illustrato la filosofia e la logica che ha portato alla Delibera di Giunta Regionale n. 2299/2014, con relative applicazioni anche in merito ai prossimi attesi bandi del PSR 2014-2020. In seguito di mattinata gli Avv. Fabio Doro e Alessandro Calegari hanno illustrato da un punto di vista giuridico le competenze, i rischi e le responsabilità che i liberi professionisti e i funzionari assumono nella redazione e valutazione degli Studi di Incidenza Ambientale. La mattinata si è conclusa con le testimonianze dei funzionari della Provincia Autonoma di Trento (Dott. Lucio Sottovia per Ufficio Biodiversità e Rete Natura 2000, Servizio Sviluppo Sostenibile e Aree Protette) e della Regione Lombardia (Dott.ssa Elena Tironi per DG Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile, Struttura Valorizzazione aree protette e biodiversità). L'ultimo intervento è stato affidato al Prof. Tommaso Sitzia dell'Università degli Studi di Padova - Dipartimento Territorio e Sistemi Agro - forestali che ha illustrato i caratteri ecologici delle piante come indicatori per la valutazione di incidenza ambientale ed il rischio ecologico. Quest'ultimo argomento è stato il preambolo del corso che si è tenuto dal pomeriggio e nella giornata successiva, dal titolo "Strumenti analitici per la valutazione di incidenza ambientale: applicazioni all'analisi della vegetazione e del rischio ecologico".

L'obiettivo del corso di aggiornamento (pomeriggio del 21 e giornata del 22 gennaio) è stato fornire le basi conoscitive e operative per l'uso del software R nell'analisi di rilievi botanici raccolti durante gli studi di incidenza ambientale e proporre il rischio ecologico come sistema per l’analisi congiunta di dati relativi a diverse componenti dell’ecosistema. In 10 ore di studio si sono richiamati i principali concetti di ecologia e i principali indici utilizzati in statistica, oltre a simulare delle analisi con il software proposto.

Nuove disposizioni VIncA

La DRGV n. 2299 del 9 dicembre 2014, "Nuove disposizioni relative all'attuazione della direttiva comunitaria 92/43/Cee e DPR 357/1997 e ss.mm.ii. Guida metodologica per la valutazione di incidenza. Procedure e modalità operative.", sembra voler precedere quanto poi emerso con la sentenza della Corte Costituzionale n. 38/2015, ovvero far rispettare l'art. 5 del DPR 357/1997 che stabilisce che ogni piano, progetto o intervento, per il quale sia possibile una incidenza significativa negativa sui siti di rete Natura 200, debba ESSERE SOTTOPOSTO  a procedura di valutazione d'incidenza.

Leggi tutto...

Notizie

In collaborazione con l'Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Vicenza abbiamo organizzato nel Teatro "Valbrenta" di Solagna venerdì 1 dicembre il convegno "Il ritorno dei grandi carnivori nelle Alpi Orientali: naturalità e problemi gestionali".

Ecco come la stampa ha trattato l'argomento:

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Siamo sempre più social, ecco i nostri contatti:

https://www.facebook.com/Studio-Pat-744818218895081/

https://www.linkedin.com/in/silvia-forni-180ab6b4?trk=hp-identity-name

https://plus.google.com/u/0/116069454664995975584

https://www.youtube.com/channel/UC7fpCCLQpN8Itsf514XuPkA

In particolare stiamo arricchendo di video il nostro canale per mostrare cosa facciamo

 

Seminario sicurezza lavoro

Il comparto dei lavori forestali presenta un'alta rischiosità di infortuni infatti si opera in condizioni climatiche e orografiche varie, con esposizione a rischi biologici, ambientali e climatici, con uso di diverse tipologie di macchine e con conseguenti rischi per la salute e sicurezza degli operatori.

Il Dott. For. Diego Sonda (‪#‎StudioPat‬) per conto dell'Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Vicenza ha organizzato il seminario dal titolo:

"Il D. Lgs. 81/2008 applicato ai lavori boschivi e cantieri forestali"

Venerdì 11 dicembre 2015 ore 8.30 - 18.00
Sala Cinema Teatro Valbrenta - Solagna (Vi)

Corso a pagamento fino ad esaurimento posti.

Per iscrizioni ed informazioni rivolgersi alla segreteria dell'Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Vicenza

 Locandina

 

Utenti connessi

Abbiamo 13 visitatori e nessun utente online

STUDIO PAT - Studio di Progettazione per l'Ambiente e il Territorio
via Lanzarini, 55 - 36060 Romano d'Ezzelino (VI) - Italy | tel. +39 0424 572516| Fax. +39 0424 572516|
email: info@studiopat.it | email certificata: d.sonda@epap.conafpec.it | P.IVA: 02762560247